giovedì 31 agosto 2017

Recensione: Fracture Rya Series Vol. 1 di Barbara Bolzan

Carissime lettrici oggi vi parliamo del primo libro Rya Series: Fracture di Barbara Bolzan, edito dalla Delrai Edizioni, genere dispotico. Vediamo di cosa parla questo romanzo.

Titolo: Fracture
Autore: Barbara Bolzan
Editore: Delrai edizioni
Genere: Dispotico
Pagine: 216
Costo ebook: 2,99 Cartaceo: 9,90

Gratis in abbonamento K.U.

Trama:
Fino a quel momento, non interessavo a nessuno, non contavo granché. Improvvisamente, poi, sono diventata un bene inestimabile, la pedina da muovere con oculatezza sulla scacchiera.Tutto poteva accadere, per me. Il futuro mi si presentava roseo. E roseo è stato veramente.
Fino a una certa notte.

All’inizio di tutto, c’è un uomo. C’è sempre un uomo: Nemi. Lui che è il capo di un villaggio in lotta contro l’impero, lui che la salva mentre è ferita sulla riva di un fiume. Rya si risveglia a Mejixana e impara a vivere una nuova realtà, così diversa da quella a cui è abituata. La gente sembra accoglierla con benevolenza, mentre lei nasconde un segreto che potrebbe mettere tutti in grave pericolo, compreso il ribelle che la tratta in maniera sprezzante e non si fida della nuova arrivata. Tra loro c’è una lotta in corso di muti rimproveri e niente è davvero come sembra: la frattura tra presente e passato rischia di confondere i sentimenti della giovane. 

La storia di una ragazza che combatte per diventare donna e conquistare il diritto di poter amare in un romanzo che vi terrà incollati alle pagine per il susseguirsi dei colpi di scena con cui l’autrice riesce a pennellare il carattere dei suoi personaggi. Benvenuti nel mondo di Temarin, benvenuti nel cuore di Rya. 

Attenzione: Questo romanzo trascina in un altro mondo. 

Biografia.
Fate scrivere venti romanzi a Barbara Bolzan e non si tirerà indietro. Chiedetele di parlare di sé e vi guarderà come se foste alieni… quando invece l’aliena è lei. Affetta da una forma inguaribile di timidezza cronica, è più simile a una categoria dello spirito che a una persona in carne e ossa. Nonostante questo, collabora come editor, ghostwriter e illustratrice con diverse realtà editoriali e tiene corsi di scrittura creativa. Vincitrice di prestigiosi riconoscimenti letterari, ha già all’attivo varie pubblicazioni. Fracture è il suo primo romanzo per la Delrai Edizioni, un’edizione rivisitata e corretta di Rya, che ha già appassionato moltissimi lettori in attesa del seguito.

La saga di Rya sarà così composta:
Fracture 12 gennaio 2017
Sacrifice – 10 maggio 2017 
Deception – 20 settembre 2017
Awaken – 15 gennaio 2018

Recensione
E’ un genere letterario che avevo pochissimo provato, è uno stile nuovo a cui sono approdata e che merita. Simil fantasy ma non un fantasy, questa che ho appena letto, come la gran parte dei dispotici è una storia che fa pensare.
Il ruolo dei personaggi non è banale, il concatenarsi degli eventi non è casuale, è come un divenire di azioni, fatti e misfatti, tutti volti a un finale pieno di suspense. Primo della Rya series, questo romanzo inizia in un contesto strano, disorientante, che andrà chiarendosi sempre più man mano che si procede nella sua lettura, come una matassa. E questo signore mie e signori miei è molto stimolante. 
Da apprezzare è come la scrittrice abbia saputo nascondere, e a tratti tirar fuori, situazioni che suscitano una tale curiosità da legarti alla storia. Ricca di personaggi chiave. È una storia che va seguita, letta e apprezzata in totale relax, comodamente accoccolati alla poltrona preferita e con un bel bicchiere di tè freddo a tenerci compagnia… tutto il resto lo fa questa storia di Ria di Teramin. Giovane donna, principessa discendente della casata dei Niva e futura regina d’Idrethia che scopre come un mondo dorato dal nulla può diventare un mondo pieno di ombre, di avversità e libertà subdole.

<<Oggi so tutto. So cosa accadde e perché. Posso raccontare le azioni che ci hanno condotti qui, il come e il quando. So cosa accadde all’interno di stanze alle quali non avevo accesso, i discorsi e perfino i pensieri di ognuno. Oggi tutto è chiaro. 
Ma quanto è costata, questa chiarezza!
Oggi chiudo gli occhi e posso quasi vedere l’agitazione di Nemi come se vi avessi assistito di persona; Isan che intaglia le sue statuine nel legno; l’ansia di Marita quando era corsa a chiamare il capo dei ribelli. Questo, e tanto altro ancora. 
Lo stile è semplice, scorrevole ed elegante, non perdi il filo della matassa anzi appare come un puzzle di cui non conosci l’immagine ma che non vedi l’ora di completare, consigliatissimo a tutti i tipi di lettori, anche ai più esigenti.
Non è una storia d’amore tra una principessa e un ribelle, anzi… tutt’altra cosa… 
E' da leggere in una chiave dove sia ben chiaro il concetto che siamo difronte a un mondo alternativo e quindi a dei personaggi non affatto banali, sono più che altro pedine, pedine con dei compiti specifici, con delle mosse stabilite, mosse che faranno di questa partita a scacchi una partita tutta da vivere.
Buona lettura.

Morgana
LCDL
Compra con clcik

1 commento:

  1. Grazie infinite per questo viaggio insieme a Rya e per aver... giocato con le tessere del puzzle che la compongono!!

    RispondiElimina