lunedì 16 ottobre 2017

Recensione+giveaway: A 15 anni sei troppo vecchio (The Wolfe Brothers) di Markus Zusak

Care Cercatrici oggi vi presentiamo un nuovo romanzo dell'autore di bestseller, Markus Zusak, A 15 anni sei troppo vecchio.

Titolo: A 15 anni sei troppo vecchio (The Wolfe Brothers)
Autore: Markus Zusak

Editore: FRASSINELLI (10 ottobre 2017)
Pagine: 117
Genere: Narrativa

Costo: 7,99€ 14,90


Trama:
Dopo il successo planetario di Storia di una ladra di libri, Markus Zusak torna nelle librerie italiane con «The Wolfe Brothers», una travolgente, divertente, commovente storia di formazione articolata su tre romanzi.

In A 15 anni sei troppo vecchio incontriamo per la prima volta i fratelli Cameron e Ruben Wolfe. I due sono tanto uniti quanto diversi, visto che mentre Ruben, il più vecchio, è forte, bello e brillante, Cameron è invece il più classico degli sfigati.

I due ragazzi passano la maggior parte del loro tempo litigando con i genitori e i fratelli maggiori, combattendo tra di loro incontri di boxe «a una mano» (possiedono un solo paio di guantoni), e progettando piani semidelinquenziali, come derubare il dentista del quartiere, che falliscono miseramente.

Ma quello che Cameron, come tutti gli adolescenti, desidera veramente, è incontrare una ragazza - una ragazza vera, non una di quelle delle riviste che guarda il fratello.

Ma la domanda che lo attanaglia è: chi può innamorarsi di un perdente come me?

Biografia:
Markus Zusak (Sydney, 23 giugno 1975) è uno scrittore australiano Storia di una ladra di libri e Io sono il messaggero, due romanzi destinati ai ragazzi che sono diventati bestseller internazionali. Ha vinto il premio Margaret Edwards nel 2014 per i suoi contributi alla letteratura per ragazzi pubblicati negli USA.


Zusak è nato a Sydney in Australia. La madre, Lisa, è originaria della Germania mentre il padre, Helmut, dell'Austria. Sono emigrati in Australia verso la fine degli anni cinquanta. Markus è il più giovane di quattro figli; ha due sorelle ed un fratello. Ha frequentato il Liceo Engadine, dove è tornato per un breve periodo per insegnare inglese mentre svolgeva la sua attività di scrittore.

Zusak ha scritto cinque libri. I primi tre, The Underdog, Fighting Ruben Wolfe e When Dogs Cry, pubblicati tra il 1999 e il 2001, sono stati pubblicati in tutto il mondo e hanno vinto diversi premi. The Underdog, il suo primo libro, ha aspettato sette anni prima di essere pubblicato. The Messenger, pubblicato nel 2002, ha vinto il Premio Libro dell'Anno CBC per il 2003 e il Premio NSW Premier's Literary Award (Ethel Turner Prize) nel 2003 in Australia ed è stato finalista al Printz Award negli USA.


Recensione:
«Andiamo, Max», lo pregai. «Sono cresciuto, adesso. Sono più responsabile.» 
«Quanti anni hai?» 
«Quindici.»
«Be’…» Ci pensò su seriamente. E s’interruppe. Era un no. Scosse la testa. «No . No.» Ma l’avevo in pugno. Aveva esitato troppo. Ci stava riflettendo troppo. «A quindici anni sei troppo vecchio.» Vecchio! Lasciatemelo dire, amici: non fu affatto bello farsi trattare come un ragazzo dei giornali ormai finito, licenziato perché inutile.


Quando è arrivato questo libro grazie alla Sperling ero molto curiosa, io amo i libri narrati da punti vista giovanili, poi leggendo la trama ero ancora di più incuriosita anche perché il libro è dell'autore del best seller Storia di una ladra di libri, di cui mea culpa non ho mai letto nulla ma ne ho sentito molto parlare. Questo è il primo capitolo sui fratelli Cameron e Ruben Wolfe, articolato su tre romanzi auto-conclusivi.

Ho così iniziato il libro che è narrato attraverso gli occhi di Cameron Wolfe, occhi insicuri tipici di questa giovane età, lui è il più piccolo di quattro fratelli, figlio di un idraulico e di una madre super impegnata fra casa e lavoro per riuscire a sbarcare il lunario in un momento economico così critico.

E così questo libro inizia con un'ironia sottile alla scuola di ladri, sui dentisti che se fossero statisti avrebbero potuto governare il mondo per la quantità di denaro che passa dalle loro  mani, da qui l'idea di rapinare lo studio dentistico, una scena che mi ha fatto morire dal ridere: due ragazzi convinti con le mazze da baseball... A voi leggendo la mia recensione farà tremare e vi domanderete come può riderne Fra, ecco perché sono entrati pieni di cattive intenzioni e invece ne sono usciti alleggeriti solo loro, incantati dalla bellissima assistente dentistica invece di fare la rapina finiscono per fare la pulizia dentale.


Diedi corda a mio fratello Ruben solo per farlo contento. La verità è che voleva di nuovo mettersi in mostra . Era una delle sue abitudini peggiori.

Era una delle due verità che governavano la nostra esistenza. La seconda era questa: sebbene avessimo stabilito di ripulire il dentista del quartiere, non sarebbe mai accaduto. Ci eravamo già ripromessi di rapinare la panetteria, il fruttivendolo, la ferramenta, il negozio che vendeva fish and chips e l’optometrista.


Il libro continua con questa ironia sottile per tutto il tempo, perché Cameron nonostante le insicurezze su com'è e su come dovrebbe essere, con situazioni a volte esasperanti e nonostante affronta temi importanti che lo toccano perché porta drammi familiari, riesce a strapparmi sorrisi .

Lui è un ragazzo normale, leggermente sfigato ma fiero di com'è, leale, ed è un ragazzo che ha sogni piccoli e realizzabili, comperarsi uno stereo e innamorarsi; ecco, innamorarsi è un pò più difficile, o meglio è facile, ben più difficile è farsi amare. Mentre per lo stereo lo ho ammirato perché lui è un ragazzo che vuole guadagnarsi le cose. Ruben nonostante non sia la voce narrante è quasi coprotagonista di Cam, ma quanto Cameron è piantato con i piedi per terra tanto Ruben ha una vena di pazzia generazionale adolescenziale che poi crea situazioni esilaranti, perché per quanto il loro rapporto non è embrionale si vogliono davvero bene e Cam segue sempre Rube nelle situazioni pazze in cui il fratello lo infila.
Leggendo il libro ho avuto però la sensazione che loro fossero molto più piccoli dell'età che viene loro imputata dall'autore, e pure il loro vivere l'ho trovato poco contemporaneo al 2017, quasi retrò, leggendo la biografia di Zusac credo di avere capito il perché di queste impressioni in quanto il libro è stato scritto nel 1992, 25 anni fa, un epoca in cui non c'erano gli iPhone e quando ancora i ragazzi erano un pò meno smaliziati in qualche maniera più puri...
Una cosa che mi ha lasciata un pò perplessa è la ricorrenza dei sogni di Cameron, stati onirici che attraverso l'assurdità di ciò che succede nei suoi sogni alle volte veri e propri incubi  ci raccontano tutto il suo disagio e le sue emozioni, le sue paure.
Il romanzo non ha una vera "trama" è un racconto di crescita, di passaggio dall'età verde all'essere adulti, prendendo coscienza di sé e del mondo a noi circostante.
Un romanzo particolare che vi farà sorridere e riflettere.

Fra
LCDL






Per poter vincere questo libro cartaceo e il nostro segnalibro vi basterà seguire poche semplici regole qui sotto...

- Iscriversi al blog

- Commentare sotto al post dicendoci perché vi piacerebbe vincere il libro di Markus Zusak e lasciando la vostra mail per essere ricontattati
Mi piace alla nostra pagina FB
Condividere il post sulle vostre bacheche FB in modalità pubblica taggando almeno tre amici.

Avete tempo dall'16 ottobre fino al 23 ottobre alle ore 13.30. Dopo di che tramite random.org verrà estratta la fortuna vincitrice che sarà ricontattata tramite email.


Buona fortuna a tutti, 

Le admin

NB:
1. Ricordati di lasciare la mail per essere ricontattato altrimenti dovesse uscire un nominativo senza email si procederà a una nuova estrazione.
2. Ricordati di seguire tutti i passaggi altrimenti in fase di controllo se hai vinto ma non hai svolto tutti i compiti, si procederà a estrarre di nuovo.



4. hai tempo per riscuotere il premio entro il 31 ottobre, dopo questa data verrà estratto un nuovo vincitore
3. Il romanzo verrà spedito con piego di libro ordinario pertanto la spedizione non è tracciabile e sarà in mano a poste Italiane.  

9 commenti:

  1. Mi piacerebbe vincere questo libro,perchè sono sempre stata attirata da storie con protagonisti gli adolescenti,che pian piano si affacciano nel mondo degli adulti. La mai e-mail è marty27994@libero.it

    RispondiElimina
  2. Voglio leggere questo libro perché ho amato i romanzi di questo scrittore, voglio scoprirlo in questa nuova veste 😍

    Partecipo al giveaway 🍀🐞
    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=989718091179922&id=100004252210765

    Grazie mille per l'opportunità!

    RispondiElimina
  3. Vorrei vincere questo libro perché ho già letto di questo aurore Markus Zusak Storia di una ladra di libri ed è stata una esperienza bellissima libro favoloso !!!
    La mia mail :marianna1056@hotmail.it

    Lettore fisso Marianna Facciolli

    Su Facebook Marianna Edward Facciolli

    Condiviso e taggato

    RispondiElimina
  4. Storia di una ladra di libri è il mio libro preferito in assoluto, un capolavoro che mi ha commosso, e che ho scoperto ben prima che scoppiasse il caso editoriale e cinematografico. Anche Io sono messaggero è un gran bel libro. Quindi spero di essere fortunato, Zusak scrive benissimo!
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it
    https://www.facebook.com/luigi.dinardo.56/posts/10214531982721656

    RispondiElimina
  5. Vorrei leggere questo libro perché mi ispira proprio tanto!!
    Seguo sia qui sul blog che su FB come Marco Smeraldi e la mia email è marco.smeraldi8@gmail.com
    Condivisione: https://www.facebook.com/smeraldi.marco/posts/1353513408094070

    RispondiElimina
  6. Storia di una ladra di libri è stupendo,deduco già dalla trama che sarà una bella lettura,la scena della rapina ha fatto ridere anche me ^_^
    seguo come Michela Martorelli
    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1462680457181830&id=100003196684014
    mila.mali@hotmail.it

    RispondiElimina
  7. Vorrei leggere questo libro perché ho sentito parlare molto bene di questo autore e del suo libro precedente inoltre la trama di questo secondo romanzo mi ispira parecchio.
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  8. Vorrei leggere questo libro perché non ho ancora letto nulla di questo scrittore e sono curiosa di conoscerlo....perché mi piace il titolo (è proprio come mi sentivo io a 15 anni guardando i ragazzini della nuova generazione, che sembrano essere nati più svegli di quelli della mia età)... e perché adoro i romanzi sugli adolescenti, forse perchè mi permettono di tornare indietro con gli anni!
    Vi seguo su fb e sul gruppo con il nome Patrizia Gangi
    mail: patty_1986@hotmail.it
    link di condivisione fb: https://www.facebook.com/patrizia.gangi/posts/10215262431459536

    RispondiElimina
  9. Ciao Fra! 🙂 la tua recensione mi ha incuriosita e si capisce che il libro ti è piaciuto molto e l'hai trovato anche ironico! 😉
    Mi piacerebbe molto vincere questo libro perché son troppo curiosa di scoprire come mai una famiglia così particolare giochi incontri di box con un solo paio di guanti, come mai vogliano apparire dei duri seppure Cameron abbia il desiderio di conoscere la ragazza adatta a lui, rivelando il suo lato tenero ed insicuro, ma soprattutto son troppo curiosa di scoprire il motivo del titolo del libro!! 😊 📖
    Seguo già questo Blog tra i lettori fissi e la pagina Facebook come "Lara Milano", la mia e-mail è lamarama86@gmail.com ed ho condiviso il post in modalità pubblica e taggabdo tre amiche qui
    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10159424080305514&id=828975513

    RispondiElimina