venerdì 13 ottobre 2017

Recensione: Quello giusto per me di Natasha Madison


Bentornati Cercatrici e Cercatori, quello di cui vi parlo oggi è un libro portato in Italia grazie alla Quixote Edizioni: Quello giusto per me di Natasha Madison, se vi piacciono le storie con i protagonisti sportivi, allora questo fa per voi. venite a conoscere Cooper Stone Campione di Hockey e di Parker la sua contro parte femminile. L'autrice Natasha sarà presente anche al RARE 2018 che si terrà a Roma.

Titolo: Quello giusto per me 
Autore:  Natasha Madison
Editore:  Quixote Edizioni
Pagine: 302
Costo eBook: 4,99
Genere: Romance Contemporaneo
Uscita: 22/09/17

Trama:
Il momento in cui tutto è cambiato non è stato come un fuoco d’artificio, bensì un incubo. Ho beccato mio marito, il mio fidanzato del liceo, il padre dei miei figli, coinvolto in una sordida relazione. 
È stato in quel momento che ho deciso di rinunciare agli uomini e all’amore.
Non ho però tenuto conto del ragazzo d’oro dell’NHL, il bellissimo e arrogante Cooper Stone, che ha sconvolto la mia vita e il mio lavoro da cima a fondo.
I miei figli sono l’unica ragione per la quale mi sveglio al mattino.
L’hockey è la ragione di vita di Cooper.
Arriviamo da mondi e luoghi diversi, ma quando i nostri cuori si sono scontrati, qualcosa di totalmente sbagliato si è trasformato nella cosa giusta. Lui è quello giusto per me.

Recensione:
Lui mi stringe il viso tra le mani e mi inclina la testa, prima di leccarmi il labbro inferiore, facendomi aprire la bocca per incontrare la sua lingua a metà strada. Risalgo lungo la sua schiena con le mani e finalmente gliele infilo in mezzo ai capelli. Ed. È. Il. Paradiso.

Questo è il primo libro che leggo della Quixote Edizioni, a cui faccio i complimenti per la traduzione e per averlo portato in Italia.
La storia è raccontata dal pov di entrambi i protagonisti, rendedoci partecipi dal punto di vista emotivo, entreremo nei loro pensieri e sopratutto dentro ai loro cuori fino in fondo a l'anima. 
Parker è una giovane mamma divorziata da circa due anni. L'ex marito, suo fidanzato dal liceo, aveva pensato bene di farsi beccare in flagrante mentre la tradiva con la propria assistente.
Un tradimento che Parker ancora oggi fatica a lasciarsi alle spalle, e che ha minato almeno per i primi tempi la sua autostima, aggravata dal cercare in tutti i modi di non far pesare la separazione ai suoi due figli: Matthew di 15 anni e Allison di 5, il cercare di nascondere loro quanto tutto ciò l'abbia ferita nel profondo, quanto questo tradimento abbia minato la fiducia verso gli uomini, tanto da non fare avvicinare più nessuno di sesso maschile che non fosse un legame di amicizia o di lavoro. Ma questo divorzio è servito a spronarla, nel cercare dentro di sè la forza per uscirne fuori e più sicura e forte che mai, perchè Parker è una donna che si piega ma non si spezza.
Infatti prende le redini della palestra con pista di pattinaggio sul ghiaccio di suo padre, e inizia  a gestirla e a migliorarla, aumentandone i profitti con nuove attività come l'allenare personalmente sia grandi che piccini, nelle attività sportive su ghiaccio 
Ed è grazie a ciò che incrocerà la strada con Cooper Stone, il bellissimo ragazzo d’oro dell’NHL, che a causa di un incidente al ginocchio dopo un intervento chirurgico, dovrà fare allenamento e terapia nella sua palestra per ritornare in forma per stagione del campionato ormai prossima.

Cooper Stone è il meglio del meglio. È entrato a far parte dei giocatori professionisti a diciassette anni e ora è il capitano della sua squadra nel massimo campionato. È capocannoniere dell’NHL, ha vinto il trofeo Hart Memorial Art Ross, il Ted Lindsay Award e il Mark Messier Leadership Award. Non dimentichiamoci anche delle cinque Stanley Cup e delle due medaglie d’oro olimpiche. Cooper Stone era l’NHL. E sta per venire ad allenarsi sulla mia pista di pattinaggio.
A quasi trent’anni, nulla sembrava rallentare la sua corsa. Be’, nulla finché non si è spaccato un ginocchio e si è dovuto far operare. Ho sentito dire che era parecchio arrabbiato per l’accaduto

Il loro sarà più uno scontro che un incontro, da subito Cooper metterà a durissima prova la pazienza e gentilezza che è propria di Parker, l'attrazione non farà che peggiorare questo stato di cose. 
Cooper è arrogante, sicuro di sé, entrerà nella vita di Parker e dei suoi figli come un treno in corsa, per la nostra Parker non ci sarà scampo, verrà braccata con i soli modi che Cooper conosce: da maschio Alfa.

«Sei fuori di testa? Quell’uomo è un mio nuovo cliente. Sei arrivato e mi hai praticamente pisciato sulla gamba per fargli capire che non sono disponibile.» «Ottimo, sono contento che si sia capito il mio intento.

Cooper dovrà faticare davvero parecchio nel convincere sia lei che Matthew e Allison che lui è l"'uomo giusto per loro",  un uomo che vive da solitario dall'età di 12 anni, corteggiare e cominciare una relazione con una donna con una famiglia già confezionata non era nei suoi piani, ma questo era prima di conoscere loro tre, adesso la sua è una necessità quasi fisica quella di vivere con loro e per loro, un esigenza che non sapeva di avere, quella di far parte integrante di una famiglia di cui fino allora non ne aveva percepito la mancanza con tutti gli annessi e connessi.
Certo se poi ci mettiamo pure un ex con ripensamenti e una ex che proprio non riesce a capire la frase "Tra di noi è finita da un pezzo, lasciami in pace" e che farà di tutto e di più,  non gli renderà il compito facile, ma di certo non lo fermerà.
Ebbene devo fare un paio di considerazioni, ho trovato il libro con una quantità di scene di sesso a mio avviso eccessive. I nostri protagonisti ci deliziano con delle vere e proprie maratona di sesso che solo nei nostri sogni o nei libri per l'appunto sono fattibili e neanche con l'aiuto del viagra un uomo regge tanto e spesso ;) usando ogni luogo, suppellettili, ogni forma geometrica conosciuta e non, insomma lui la rivolta come un calzino tante di quelle volte da non poterle contare.
Qualche scena in meno di sesso secondo me  avrebbe reso la storia più snella e più fluida. Altro punto, il linguaggio un po' troppo scurrile da parte dei protagonisti. 
Ma a parte queste due considerazioni, ho apprezzato la storia, e i personaggi sia protagonisti che non, come la simpaticissima Meghan, cugina ma sopratutto amica di Parker per la quale farebbe di tutto pur di proteggerla e Tom il marito di quest'ultima.
I personaggi sono delineati molto sapientemente, con uno stile che me li ha fatti amare incondizionatamente.
La storia è un insieme di dolcezza pura, e umanità che a tratti commuove e ti fa sorridere per la tenerezza, sopratutto le scene di Cooper con la piccola Allison e Matthew.

«Mammina ogni tanto piange e a me non piace. Non voglio che la mia mammina pianga. Tu la farai piangere?» La mia povera bambina… mentre io pensavo di essere stata molto attenta a non farmi scoprire, lei mi aveva visto.

Non mancheranno scene e dialoghi spassosi e divertenti, tanto che quando sono giunta all'ultima pagina sentivo gia la mancanza di questa pazza ma altrettanto dolcissima e tenerissima famiglia.
Care mie, dopo aver conosciuto Cooper posso assicurarvi con assoluta certezza che lui è l'uomo giusto per ognuna di noi non solo per Parker ;).
Non vedo l'ora che la Quixote traduca anche il secondo volume della serie!
Alla prossima!

Virgy
LCDL

Nessun commento:

Posta un commento