giovedì 12 ottobre 2017

Recensione: Butterfly Tattoo di Deidre Knight

Buongiorno Cercatrici oggi vi parlo di Butterfly Tattoo di Deidre Knight, edito da Triskell Edizioni.

Titolo: Butterfly Tattoo
Autore: Deidre Knight
Editore: Triskell Edizioni
Costo: 6,99€ e-book 15,06€ cartaceo
Pagine: 569
Genere: Contemporaneo

Trama:
Proprio quando l’oscurità sembra ormai perenne, il destino riporta la luce.
Michael Warner è scivolato in una sorta di intorpidimento mentale da quando il suo compagno è stato ucciso da un autista ubriaco. Con l’avvicinarsi dell’anniversario dell’incidente, la sua sofferenza diventa sempre più soffocante. Eppure deve riuscire a trovare una via d’uscita dal labirinto di dolore e di segreti così da riprendere a vivere per la loro giovane figlia, che lotta contro il senso di colpa per essere sopravvissuta allo schianto.
Dall’oscurità giunge una voce, un’ancora di salvezza che non si sarebbe mai aspettato di trovare: Rebecca O’Neill, produttrice esecutiva dello studio cinematografico nel quale Michael lavora come elettricista.
Rebecca, un’ex celebrità rimasta ferita in seguito all’attacco di un fan pazzo, si è ritirata dalle scene, certa che nessuno potrà mai guardare oltre il suo aspetto sfigurato. La scintilla tra lei e Michael giunge inattesa, così come il legame quasi mistico con la figlia.
Per la prima volta, tutti e tre si trovano costretti a esaminare le loro cicatrici alla luce dell’amore. Ma fidarsi è difficile, soprattutto quando non sei sicuro a cosa credere quando ti guardi allo specchio. Alle cicatrici? O alla verità?

Biografia:
Deidre Knight è agente letteraria, mamma, moglie, autrice e donna del sud, e orgogliosa di rispondere a tutti questi appellativi. Prima di fondare The Knight Agency, nel 1996, Deidre lavorava dietro la macchina fotografica per il cinema e la televisione. Da quando ha lanciato la sua agenzia letteraria, la Knight Agency è cresciuta a livello nazionale, rappresentando autori bestseller con titoli di successo. Ha venduto diritti per oltre mille titoli a grandi editori, e una gran percentuale di questi appartengono alla categoria dei romanzi e delle woman fiction. Deidre si è fatta così la reputazione di essere in grado di scoprire vividi talenti letterari ed è considerata un’esperta di romanzi paranormal.
Lei stessa scrive di questo genere e crea personaggi sempre nuovi con storie fortemente emozionanti. Come autrice, Deidre è stata descritta come “eccezionale” e “emotivamente evocativa”. I romanzi innovativi di Deidre sono stati nominati per una serie di riconoscimenti, tra cui per i premi PEARL, PRISM, NOR, JABIC e STRCA.

Recensione:
Sono stata attratta per settimane da questa cover, appena uscito il libro mi attirava a sé come un pifferaio magico, mi ha spinta a leggere la sinossi poi leggendola mi ha frenato: un padre gay vedovo, e io che non amo gli m/m perché mi rendono difficile immedesimarmi e mi sono fermata dall'acquistarlo.
Però inevitabilmente continuava a chiamarmi a sé e ogni volta che lo vedevo nella wish list ricadevo nelle spire, finché mi sono decisa a buttarmi, e sono veramente felicissima di averlo fatto, e incredibilmente dispiaciuta di non averlo fatto prima. Inizio con il dire che non è propriamente un m/m.
Questo libro mi ha commosso, mi ha veramente catturata non riuscivo a smettere di leggerlo e a provare sulla pelle tutte le emozioni provate dai protagonisti: dolore, rabbia, smarrimento, dolore, distorsione di ciò che si percepisce, senso di perdita ma anche amore, un amore che ti spezza, un amore che ti trattiene fra i vivi, ma anche un amore che ti riporta alla vita. 
Quanti tipi di amore ci sono? L'amore fra amici, l'amore per un figlio, l'amore verso se stessi, fra un uomo e una donna quello ritenuto più normale da molti, ma anche l'amore fra due persone dello stesso sesso, spesso si giudica un amore diverso... Ma alla fine è solo amore, non lede nessuno, il sentimento più puro per antonomasia. Ma cosa succede quando l'amore della tua vita ti viene strappato?
Il romanzo racconta in doppio pov al presente la storia di Michael e quella di Rebecca, due vite che si toccano.
Rebecca è una ex attrice, minuta bionda bellissima, ma è anche una donna sopravvissuta a nove coltellate, che l'hanno ridotta in fin di vita e sfregiata, ma è forte aggrappata alla vita e Rebecca si ricostruisce, diventa produttrice che però si sente merce danneggiata non più adatta al mondo dorato di Hollywood ma adatta ora al dietro le quinte.
Michael è un elettricista, padre gay vedovo di una figlia di 8 anni che non riesce più a chiamarlo papà, dopo che un incidente le strappa l'altro padre.

Mi sembra che la vita sia un accumulo di perdite. Tutte queste vite passano accanto alla nostra, ci influenzano, ci cambiano. A volte, il loro segno è fugace come una piccola impronta. Inconsistente. Come una piccola nave spettrale che svanisce giù nelle profondità oscure prima ancora di essere scorta.

È un percorso più che una semplice storia d'amore, è un ritrovare se stessi, perdonarsi per essere sopravvissuti, capire come ricominciare rimanendo fedeli a se stessi e al proprio passato.
Spesso si parla della confusione sessuale prima di arrivare alla consapevolezza della propria sessualità e se già è difficile per un omosessuale, capirsi e capire la bisessualità è ancora più difficile, e ancora più difficile è capirlo per il partner. Racconta e anche analizza le difficoltà di una famiglia gay, che affronta la difficoltà più grande: la perdita di una delle due figure paterne per una figlia.
È un romanzo che racconta della morte ma soprattutto della vita, del legame che unisce Rebecca e Michel e la figlia di lui. Rebecca sarà per lui un faro nell'oscurità e  aiuterà a dissipare i segreti e le tenebre dal cuore di entrambi.
È un libro di scoperta, un libro che commuove, un libro che parla di consapevolezza e di amore, delicato scritto in maniera fluida e che vi catturerà.
Un romanzo che mi ha conquistata e che consiglio a chi ama le storie non banali, chi ama le seconde possibilità e l'amore in tutte le sfumature.
Bellissimo!

Fra
LCDL

Nessun commento:

Posta un commento