mercoledì 27 settembre 2017

Recensione: Volevo essere la tua ragazza di Meredith Russo

Carissime lettrici oggi Claudia vi racconta di Volevo essere la tua ragazza di Meredith Russo. Vediamo di cosa parla questo romanzo.

Titolo: Volevo essere la tua ragazza
Autore: Meredith Russo
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Young Adult
Pagine: 320
Costo: 2.99
Uscita: 28/09/17

Trama: 
Amanda Hardy si è appena trasferita, e nella nuova scuola non conosce ancora nessuno. Vorrebbe farsi dei nuovi amici, ma ha un segreto, e per mantenerlo non deve dare troppa confidenza alle persone. Almeno questo è il suo proposito. Ma quando incontra il dolce e accomodante Grant, Amanda non può fare a meno di lasciarlo entrare, poco alla volta, nella sua vita. Man mano che trascorrono il tempo insieme, Amanda si rende conto di quante cose se sta perdendo nel tentativo di tenere al riparo il proprio cuore. Giorno dopo giorno si ritrova a voler condividere con grant tutto di se stessa, compreso il suo passato. Ma è terrorizzata all'idea che, una volta saputa la verità, il ragazzo non sarà in grado di vedere oltre, e si allontanerà per sempre. Qual è il terribile segreto che Amanda non vuole rivelare? Un nome: Andrew. É il nome con cui Amanda era conosciuta nella vecchia scuola e nella vita che ha rinnegato. Ma davvero la verità può avere un presso così alto?

Chi è Meredith Russo?
ha cambiato la sua identità sessuale qualche hanno fa e vive a Chattanooga, nel Tennessee, con i suoi due figli. Volevo essere la tua ragazza, il suo romanzo d'esordio, ha vinto decine di importanti riconoscimenti in America e all'estero. Scrive sul «New York Times» su temi legati al gender.

Recensione: 
Volevo essere la tua ragazza è un romanzo che ho amato. Leggendo la trama non mi sarei mai aspettata di essere risucchiata dalle pagine del libro. Sinceramente pensavo sarebbe stata una lettura difficile, ma così non è stato. Sin da subito si è creata con la protagonista Amanda una sorta di comprensione che va al di là del fatto che si viva o non si viva quel genere di realtà. 

Volevo essere la tua ragazza è un libro più psicologico che di azione ed è questa la sua forza. I pensieri di Amanda sono il tesoro che custodisce la narrazione e il lettore sente il bisogno di averli e comprenderli. Lei ha vissuto una transizione difficile, ai problemi psicologici personali si intersecano anche i problemi creati da tutte le persone che la circondano, per primi i genitori. Ho amato la forza della madre che comprende la ricchezza di guadagnare una figlia perdendo un figlio che in realtà non è mai esistito; allo stesso tempo comprendo l'indecisione e la codardia di un padre che, sebbene non sia chiaro all'inizio, vuole per il figlio soltanto una vita felice e facile. La vita di Amanda sicuramente non è facile. La transizione da Andrew ad Amanda è stata difficile, ma ancor più difficile è accettare di meritarsi una vita normale fatta di amici e anche, perchè no, da un fidanzato. L'autrice tiene a precisare più volte che lei è sempre stata Amanda, Andrew in realtà era una sorta di identità fittizia affibbiatole per sbaglio.


"Ci preoccupiamo troppo di ciò che è visibile, di come sembriamo, di ciò che gli altri pensano di noi, quando dovremmo occuparci di ciò che abbiamo dentro, dei noialtri cuori."


Volevo essere la tua ragazza è un romanzo che si legge in un mix tra disagio ed emozione. Un disagio che non deve essere inteso come negativo, al contrario. La sensazione di avere un corpo che non ti appartiene è alienante e terrificante.
Amanda, nel corso del libro, acquista sicurezza e forza in quanto nella nuova cittadina nessuna la conosce e, per questo, può finalmente essere se stessa. Anche le piccole cose, come andare a fare shopping o uscire con un ragazzo sono per lei delle vere e proprie conquiste, che vive con un certo timore. Nonostante la paura per il futuro e per quando la verità verrà fuori, poiché nulla rimane segreto per sempre, Amanda si avvicina a Grant.
Grant è un ragazzo simpatico, gentile e onesto. Lui pian piano la fa entrare nella sua vita fatta da una famiglia che lui stesso mantiene lavorando ogni giorno, però sempre con il sorriso sulle labbra. Conosce il sacrificio e l'amore vero ed è quello che prova per Amanda. Un amore che però vacillerà quando la verità verrà fuori. Ho apprezzato che l'autrice non abbia dato a Grant quella fiducia cieca che nella realtà non esiste, ma gli abbia dato quella necessaria apertura mentale che gli ha permesso di ascoltare la storia di Amanda.

Anche le amiche di Amanda non sono personaggi privi di problemi, infatti Meredith Russo inserisce il problema dell'omosessualità, della violenza sessuale e del fondamentalismo religioso. Numerosi sono i temi trattati senza divenire però pedagogici in nessun modo. Il libro è permeato solo dalla verità.

Interessante è il luogo in cui ambienta la storia: nel profondo sud americano. Luoghi dove la religione permea la vita degli abitanti. Qui entrano i gioco i grandi mali della società: la transfobia e l'omofobia. 

In conclusione, consiglio a tutti di leggere questo libro per comprendere a pieno questa realtà senza giudizi ma con una mente aperta.

Claudia 
LCDL
Compra con clcik

Nessun commento:

Posta un commento