martedì 12 settembre 2017

Recensione: Dark Black di Cj Roberts

Oggi Chicca vi parla di Dark Black di CJ Roberts, l' ultimo capitolo delle Captive Series in uscita 12 settembre grazie alla Newton Compton.

TITOLO: Dark Black
AUTORE: CJ Roberts
EDITORE: Newton Compton
PAGINE: 160
GENERE: romanzo erotico.
COSTO: ebook € 4,99
TRAMA:
Captive Series

Sto scrivendo questa cosa perché mi hai implorato di farlo. Sai quanto mi piace quando implori. In effetti mi pare che tu sappia troppe cose, e le conosca fin troppo bene. Chi sono io? Be', è quello che sto cercando di scoprire. Sono stato un gigolò da giovane, poi un assassino, e un mostro da quando sono diventato un uomo. Sono l'uomo che ha rapito Livvie. Sono quello che l'ha tenuta in una stanza buia per settimane. Ma soprattutto sono l'uomo che ama. Mi ama. È da malati, vero? Certo, ci sono cose che non possono essere riassunte in poche frasi, ma tuttora non riesco a giustificare il mio comportamento di allora. Dato che stai leggendo, do per scontato che io non abbia bisogno di giustificarmi. L'hai già fatto tu. Stai leggendo perché vuoi sapere il resto della storia. Vuoi sapere cos'è successo quella calda sera di settembre, la notte in cui ho incontrato Livvie al Paseo. È stata la notte in cui la mia vita è cambiata completamente. Non è andata esattamente come ha raccontato Livvie. È stata fin troppo clemente nel raccontare la nostra storia. La verità è molto più complicata.

Titoli della serie

1. Dark Blue

2. Dark Red

3. Dark Black , Epilogue

3.5 Determined to Obey



Chi è CJ Roberts?
È una scrittrice indipendente. Predilige storie oscure ed erotiche con elementi tabù. Le sue opere sono definite sexy e disturbanti allo stesso tempo. Il suo romanzo d’esordio,Dark Blue, ha venduto più di 150.000 copie ed è il primo della serie bestseller Captive Series. È nata e cresciuta in California. Si è arruolata nel 1998 nell’aeronautica militare, ci è rimasta dieci anni e ha viaggiato molto. Scrive anche racconti con lo pseudonimo di Jennifer Roberts.

Recensione:

Amare Livvie era come permettere a me stesso di essere scuoiato e svuotato.
Lei mi rendeva debole.
Mi rendeva vulnerabile.
Mi faceva bramare, desiderare e sperare tutto ciò che non sarebbe mai stato.
Il vuoto voleva solo una cosa.
Facendomi a pezzi voracemente, pretendeva Livvie.
Voleva le mie speranze, i miei sogni.
Voleva quanto ricordavo del suo volto.
Voleva le risate che avevamo condiviso.
“Mia” era stata la sentenza del vuoto...


In questo volume, come si evince dalla trama, il narratore è Caleb, una vera e propria novità dopo aver letto i precedenti volumi dove in Dark Blue Livvie era la vittima indifesa e in Dark Red, era la “Spietata me”.
Questo epilogo è una storia intesa, un percorso psicologico dove il perdono viene implorato per tutto quello che è accaduto quando Caleb l'ha tradita, maltrattata e abbandonata. Caleb non pretende, non ordina e non sottomette ma chiede la redenzione per tutto quello che ha passato Livvie che si ritrova ad affrontare un sentimento nuovo con lui, la speranza. 
Livvie era una ragazza triste, si preoccupava troppo di cose senza importanza e lasciava che gli altri si approfittassero di lei. La sua nuova identità invece è una ragazza sicura di sé e non si fa prendere in giro da nessuno.

“Non so con certezza cosa avrei fatto se Livvie non mi avesse voluto. Per forza di cose, non avevo niente da cui tornare, eccetto gli omicidi e il contrabbando. Ero una persona migliore? Forse no. Ero migliore quando vivevo per lei.”


Livvie non è pronta a perdonarlo, la storia è un'altalena tra passione e dolore... una relazione piena di momenti dove il passato rovina la gioia del presente, una costruzione di pagina in pagina di ricordi … saranno in grado di compensare e giustificare il comportamento di Caleb?
Dopo aver letto i primi due volumi decisamente dark romance, mai mi sarei aspettata di leggere una storia d'amore come la loro dove la ricerca della redenzione ne fa da padrone.E' raccontato con una narrazione fluida e avvincente nonostante la mancanza degli intrecci avvincenti dei precedenti capitoli... una sorpresa nel mondo di questo genere dove spesso e volentieri l'happy end è inesistente a causa dell'animo compromesso dei protagonisti.
Caleb lotta con con il suo passato e detesta di aver ferito una persona tanto straordinaria come la sua “gattina”. Nel percorso Caleb prende coscienza che il suo passato aveva anche i suoi lati positivi... era stato un periodo in cui ha coltivato l'idea illusoria di determinazione e forza quando Liv gli dichiarò il suo amore apertamente e che per tutti gli errori che aveva commesso, Caleb, toccando con mano il lato umano, traeva consolazione nel riconoscere l'oscurità della sua anima in quanto Livvie era riuscita a far entrare una luce che lo accecava e un appiglio nel nuovo mondo a lui sconosciuto.
Ho amato la loro storia, grazie anche all'autrice e alla sua maestria di raccontarcela e se deciderete di leggerla vi consiglio di iniziare dal primo volume come avevo chiarito nella precedente recensione per arrivare a questo ultimo capitolo per far entrare i due personaggi nei vostri cuori come lo sono entrati nel mio.

Alla prossima avventura e buona lettura a tutti!

Chicca
LCDL


Compra con un click










Nessun commento:

Posta un commento