sabato 26 agosto 2017

Recensione: Non lasciarmi andar via di Carmen Bruni

Oggi vi parlo del nuovo romanzo di Carmen Bruni, Non lasciarmi andar via, un contemporary romance pubblicato in self publishing.

Titolo: Non lasciarmi andar via
Autore: Carmen Bruni
Editore: Self publishing
Genere: Contemporary romance
Costo ebook: 2,99 
Gratis con abbonamento K.U.
Data d'uscita: 24 agosto 2017

Trama: 
È una sera come tante quando Federico entra in una stanza buia.
Con i vestiti sgualciti, già passati fra decine di mani bramose, si prepara a spogliarsi per l’ultima volta, prima di tornare a casa con il suo meritato guadagno.
Ma non sa che la sua apparente tranquillità sta per essere sconvolta per sempre.
La ragazza di cui deve accontentare i capricci non è una semplice sconosciuta. E non è lì per caso.
Lei è il tormento, fuoco, dolore. Colei che ama e odia in egual misura. Lei che all’improvviso era svanita nel nulla. Una passione che non si è mai spenta divamperà all'istante fra di loro. Risentimento e desiderio prevaricheranno, spingendoli sempre più in una situazione d’insostenibile sofferenza e confusione.
Mantenere le distanze sarebbe la scelta più giusta, ma Veronica non ha intenzione di demordere, è tornata a Roma per chiudere una volta per tutte i conti con il passato, quel passato che Federico ha distrutto quando l’ha lasciata con un misero e brutale sms.
Il tempo a loro disposizione si ridurrà drasticamente divorato dai troppi segreti che esplodono fra di loro come bombe. Si crederanno perduti per sempre, spinti lontani da un destino avverso e da troppi sbagli. Ma certe storie non hanno mai fine. Proprio come i grandi amori. Spesso bisogna solo lasciarsi andare, perdersi, per poi potersi ritrovare.

Recensione:
Ho iniziato a leggere questo romanzo al buio senza neppure leggere la trama sapendo già a prescindere che Carmen Bruni mi avrebbe conquistato con le sue parole. E così è stato, ho letto senza riuscire più a smettere di farlo fino a quando non sono arrivata alla parola fine.
La prima emozione che è arrivata è stata una grane sorpresa perché il protagonista di questo romanzo lo conoscevo molto bene in quanto lo avevamo già incontrato nel precedente volume, Il mio imprevisto più bello, dedicato ad Arianna e Cristian. Ho amato il precedente romanzo, ma questo è completamente diverso per i toni e le situazioni che vengono raccontate che hanno un sapore molto più doloroso e intenso.
Parlarvi di questo romanzo non è cosa facile e non voglio rischiare di fare spoiler, ma mi trovo in un equilibrio traballante a destreggiarmi tra cosa è giusto non rivelarvi o meno perché il romanzo vive di un tempo quasi fermo, una situazione cristallizzata negli anni che rende immutati i sentimenti. È uno di quei romanzi in cui il fraintendimento, le incomprensioni, i segreti non rivelati giocano da padroni snodando tutti gli eventi che si profileranno sotto i nostri occhi.
Si gioca tutto qui e al tempo stesso le parole che accompagnano questa situazioni raggiungono dei toni così poetici che hanno saputo incantarmi e tenermi avvinta.
L’amore è il motore di tutto, uno di quegli amore che il tempo, la distanza e i fraintendimenti non sono riusciti a schiacciare perché è più forte di tutto il resto, è come respirare, non si può smettere di farlo se si vuole continuare a sopravvivere. E così è l’amore di Federico e Veronica. Non bastano i chilometri a dividerli, non basta il tempo che è piombato a scatafascio su di loro, non basta lo stravolgimento nelle vite di entrambi, l’amore se ne frega di tutto e continua a battere furioso, a rendere tutto sbiadito, opaco. La vita ci pone di fronte nuove occasioni, ma l’amore ci frena, ci tiene avvinte a un passato che a quanto pare è impossibile avere oggi, ancora una volta.
L’autrice ci racconta di questa nuova vita di compromessi che non è una vera vita perché il cuore e i nostri pensieri sono altrove, sono per qualcun altro di cui abbiamo condiviso l’anima e il respiro.
Federico e Veronica sono due strade che corrono parallele che mai più si sarebbero dovute incontrare eppure il destino forse ha altri piani. L’amore sta lì fermo e mai messo in discussione mentre assistiamo lentamente al venire alla luce di questi oscuri segreti che hanno minato e crepato una relazione e che oggi oltre al svelarsi riportano alla luce paure, risentimenti, ma soprattutto il perdono.
Questo è uno dei temi importanti del libro. L’amore può perdonare tutto? Oppure dopo tanto dolore non è abbastanza forte da volare oltre, ma soprattutto vedere oltre una superficie corrotta e violentemente distorta per rabbia e odio.
In questo romanzo di segreti ce ne stanno tanti, così come tanta è anche la cattiveria di alcune persone che ruotano intorno alla storia. Carmen Bruni vi farà fare un viaggio in altalena sulle emozioni che sono le uniche vere protagoniste di questo romanzo.
E se ancora non vi basta, ogni tanto Arianna e Cristian compaiono anche in questo romanzo regalandoci qualche siparietto divertente.

Voglio chiudere con un altro passo del romanzo:
In quell'esatto istante capii che cosa significava mancanza. Le diedi una forma e la collocai all'interno del mio corpo: era un enorme proiettile velenoso conficcato nel cuore. Era stato il mio tutto. Credevo che lo sarebbe stato fino al mio ultimo battito. Invece mi ritrovavo a nutrirmi di briciole insipide che ogni tanto mi lasciavano ricordi.

Complimenti all’autrice!
Un grande in bocca al lupo,

Fabiana
LCDL

Compra con click

Nessun commento:

Posta un commento