giovedì 17 agosto 2017

La voce del lettore: Un'impresto chiamato Amore di Anna Premoli

Oggi inauguriamo una nuova sezione, La voce del lettore, che sarà aperta proprio per voi lettori se avete voglia di raccontarci la vostra opinione su un libro. Intanto apriamo le danze noi con l'ultimo libro di Anna PremoliUn imprevisto chiamato amore.
Alle volte non si ha il tempo di scrivere una recensione, ma i libri ti lasciano il segno e hai proprio bisogno di lasciare almeno poche righe per raccontare cosa se ne pensa:


Trama:
Il nuovo emozionante bestseller dall’autrice di Ti prego lasciati odiare
Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo...
Jordan è arrivata a New York con l’obiettivo di sposare un medico benestante, poi ha incontrato un “imprevisto” di nome Rory sulla sua strada…

«Anna Premoli è capace di tuffare il genere del rosa nazionale in suggestioni internazionali e ben piantate nello spirito del nostro tempo.» 
la Repubblica
«Anna Premoli è uno spot vivente del self-publishing: dal web al Premio Bancarella con il suo romanzo d’esordio.»
Vanity Fair
«Il primo vero caso italiano di self-publishing fortunato.»
La Stampa


La mia opinione:
Con la Premoli ho una sorta di amore e odio e sembra quasi assurdo dirlo ma finisco per innamorarmi di tutti i suoi libri che magari a molti altri non sono piaciuti. Questo è un altro di quei casi! Per la prima volta dopo una serie ininterrotta di romanzi dedicati all'odio e all'amore, che è un pò il cliché dell'autrice, la Premoli si cimenta con un tema totalmente nuovo che mi ha subito incantato e stregato. Non si parla più della donna arrivata, laureata, in carriera, che lavora nell'ambito delle economia, banche, avvocati etc. In questo romanzo la Premoli ci racconta di Jordan una ragazza che ha solo la bellezza dalla sua parte ed è convinta che solo quella potrà usare per raggiungere i suoi scopi. Dall'altro lato c'è Rory un medico altrettanto bello ma al tempo stesso super intelligente.
I temi che verranno affrontati sono su due piani quello sociale e quello affettivo. Da un lato il grande problema sociale e americano dell'assicurazione medica e dall'altro l'autrice indaga e si interroga sul fatto se ci si possa innamorare quando il partner è inferiore culturalmente. Io come la Premoli e come i due protagonisti del romanzo ho avuto qualche dubbio, è qualcosa su cui mi sono interrogata negli anni anche io e che non vi nascondo a volte mi ha creato qualche problemino relazionale. A questo punto non vi resta che scoprire cosa Rory e Jordan hanno combinato in questa nuova brillante avventura.
Complimenti alla Premoli!

Fabiana

Compra con click

Nessun commento:

Posta un commento