lunedì 17 luglio 2017

Recensione: Krane, il male oscuro di Andrew Levine

Carissime lettrici oggi il romanzo di cui vi parlo proviene dalla magica penna di Andrew Levine intitolato Krane, il male oscuro. 

Titolo: Krane, il male oscuro  
Autore:  Andrew Levine
Editore: Self Publishing
Genere: Fantasy
Pagine: 295
Costo: 2.99
Gratis in abbonamento K.U.

Trama: 
E se il bad boy fosse davvero... cattivo?
-------------------
Hailee Pierce, ventun anni, ha accettato la sua vita, nonostante il dolore. 
Ha accettato di non aver più molto tempo, nonostante la sua età. 
Ha accettato che la sua esistenza le scivolerà via tra le mani senza che lei possa finire il college o vivere il suo amore eterno con Dylan.
Ma quando arriva il giorno in cui tutto dovrebbe finire, al contrario da ciò che diversi medici le hanno detto, il suo cuore malato continua a battere, donandole dei giorni extra.
Nello stesso giorno in cui la vita di Hailee dovrebbe finire, un nuovo ragazzo si risveglia a Stonington, Connecticut.
Lui non sa chi è, non sa da dove viene, non ricorda nulla della sua vita. Tutto ciò che sa è che lui non è come gli altri.
E sulla strada che li condurrà a delle risposte, incroceranno la loro vita e, senza che possano rendersene conto, la cambieranno per sempre.

Contatti Autore: levine.andrew94@gmail.com


Recensione: 
Hailee ha 21anni, non le resta molto da vivere, il male ha deciso per lei, i medici le hanno dato una data, in cui tutto dovrà spegnersi, non finirà mai il college, non invecchierà mai con Dylan.
Nello stesso giorno in cui il tempo per Hailee dovrebbe spegnersi, un'altra persona si sveglia a Stonington. Lui non sa nulla di sé, non sa chi è, come si chiama, da dove viene, l'unica certezza è che non è uguale agli altri.

NON SO COSA SONO E SE C'E' QUALCOSA CHE HO CAPITO DA TUTTO QUESTO E' CHE NON VOGLIO DIVENTARE IL MOSTRO CHE SONO.

La mente e la penna di Andrew non deludono mai, la dimostrazione è questo terzo romanzo, romanzo dalle tinte fantasy/romance. Una storia ben costruita, con i suoi personaggi ben descritti, i pov alternati dei protagonisti, le sofferenze, le speranze e la forza di volontà di voler vivere. Ogni singolo luogo, descrizione, scena che si presenta, è stata rappresentata e descritta perfettamente, tanto da farti vivere all'interno di esse. Ogni personaggio incontrato in queste pagine ha lasciato un pezzetto di sé a ogni passaggio, Hailee per la forza, la tenacia con cui combatte ogni giorno come se fosse l'ultimo, la forza di volontà di rialzarsi di fronte a quella vita che dà e che toglie. Buster, con la sua stazza enorme, ma dotato di una dolcezza infinita nonostante le difficoltà della vita.
Sconosciuto, è così che viene chiamato il ragazzo senza memoria, da Buster, la sua mente è vuota, l'unica cosa di cui è certo, è che il suo braccio è diverso, che lui è diverso, le energie che consuma per pensare e capire da dove le visioni arrivano.

PER QUANTO PAZZI POSSIAMO SEMBRARE, LA PRESENZA DELL'ALTRO GIUSTIFICA L'ASSENZA DEL MONDO INTERO

Hailee e Sconosciuto si legheranno con un doppio filo che al tempo stesso è come una lama a doppio taglio, qualcosa più grande di loro, qualcosa che né la morte, né la magia, né l'oscurità più nera e la realtà più vera potrebbe dividere.

SIAMO UNA COPPIA CHE NON PUO' ESISTERE, MA CHE ALLO STESSO TEMPO HA TUTTE LE RAGIONI SBAGLIATE PER STARE INSIEME.

Vi consiglio questa lettura che io ho definito diversa e alternativa dai romanzi precedenti, mi ha lasciata con un finale inaspettato, aperto? sinceramente la domanda me la son posta: Adrew Levine darà un finale diverso a questi splendidi ragazzi? 

Complimenti all’autore.

Aurelia
LCDL
Compra con click

Nessun commento:

Posta un commento