mercoledì 17 maggio 2017

Recensione: l'amore che ci manca di Giulia Mancini

Carissime lettrici oggi vi parliamo di L'amore che ci manca di Giulia Mancini edito da Butterfly edizioneVediamo di cosa parla questo romanzo.


Titolo: L'amore che ci manca
Autore: Giulia Mancini
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romance
Pagine: 234
Costo: 2.99 Gratis in abbonamento K.U.




Trama:
Linda Sarti ha realizzato ogni suo desiderio: ha un lavoro fisso, anche se stressante, si è sposata e ha una figlia. Ma ha un grande rimpianto: Giulio Grandi. Il loro era stato un amore complicato, ostacolato soprattutto dal comportamento freddo e scostante di Giulio, che si faceva amare da lei senza mai mettere in gioco i propri sentimenti. Quando il marito la lascia, le sue certezze si sgretolano. Ricominciare la propria vita a quarant'anni non è facile e quella dolorosa mancanza del passato torna a farsi più vivida. Non ha però fatto i conti col destino... che la rimette sulla strada di Giulio. Anche lui si è rifatto una vita ma ha sempre quell'aspetto tormentato e infelice che lei ricorda. Quando i loro occhi si incrociano, i diciotto anni che li hanno divisi sembrano soltanto poche ore e l'attrazione assopita riesplode senza lasciarli scampo. Si cercano, si desiderano e si vogliono a ogni costo. È troppo tardi per loro due? Linda non si fa troppe aspettative, vive quei pochi attimi rubati in modo intenso come se fossero gli ultimi... Lo sa che da Giulio non può avere certezze di alcun tipo e che l'unica cosa sicura è l'amore che non ha mai smesso di provare per lui. Ma sa anche che dopo di lui nulla è stato più lo stesso e farà di tutto per conquistarlo.

Ha fatto di tutto per allontanarla, ma il destino vuole che lui la riveda...



"Non ho ancora tutta questa forza."

"Per fare cosa?"

"Per mandarti via."



Un amore che non hai mai avuto ti mancherà per sempre


Recensione:

Avevo dimenticato come ci si sente, negli ultimi anni sono stata cosi infelice che sentivo la vita come un grande fardello. Invece la vita può essere bella, perfino leggera.

Linda Sarti è rinchiusa in una vita stretta come un cappio. Il suo matrimonio è finito, il suo lavoro per quanto lo ami, lo odia in egual misura, vive con sua figlia, adolescente, divisa tra padre e madre. L'amarezza che sente Linda è qualcosa di opprimente che non la fa respirare.

L'amore è quello che mi manca

La morte di sua zia la porterà nel suo paese di origine, anche per risolvere delle questioni legate alla casa della sua infanzia. In ospedale Linda rivede Giulio, il suo primo amore della giovinezza, sono passati vent'anni... Questo incontro sarà la scintilla che metterà tutto in discussione, quelle che Linda credeva fossero certezze, cederanno, il suo passato tornerà e si insinuerà nel suo presente, dando a Linda la possibilità di uscire dall'apnea dove negli ultimi anni era intrappolata.
Le sembrava che nella sua vita ci fosse sempre una sottile nostalgia di un'assenza inconsapevole. Un senso di vuoto.
Questo romanzo è un percorso lungo e tortuoso, con le sue gioie e i suoi dolori. Cari lettori non troverete le solite situazioni tra queste pagine, ma andrete incontro a un percorso lungo vent'anni, le perdite, le conquiste, e ancora le piccole grandi vittorie che la vita a quarant’anni può ancora donare. La scrittura di Giulia è scorrevole, leggera ma d'effetto, tiene incollato il lettore alle parole, è stata molto brava ad andare a fondo, scavando, graffiando nell'animo umano per arrivare alla radice del problema, dandoti modo di riflettere su quello che la vita da, che toglie ma che potrebbe ancora donare.
La vita è un grande imbroglio, ti fanno credere di dover fare la cosa giusta, ma la cosa giusta non sempre è quella che ti rende felice.
Complimenti all'autrice!
Buona lettura,


Aurelia
Le Cercatrici di Libri


Compra con un click

1 commento: