mercoledì 17 maggio 2017

Recensione in anteprima: La libreria degli amori impossibili di Elisabetta Lugli

Carissime lettrici oggi vi parlo di un nuovo romance contemporaneo in uscita: La libreria degli amori impossibili  scritto da Elisabetta Lugli, edito Newton Compton.
Venite a conoscere "Anna" la protagonista di questo romanzo.



Titolo: La libreria degli amori impossibili
Autore: Elisabetta Lugli
Editore: Newton Compton Editori
Genere:  Romance contemporaneo
Pagine: 176
Costo Ebook:  4,99 Cartaceo 9,90

Trama:
Anna vive a Torino e lavora alla Stella Polare, una libreria che offre ai suoi lettori una scelta di libri ricercati e raffinati. A dispetto le stranezze di Adele, la proprietaria dal carattere brusco, quel posto le piace. Per molto tempo la vita di Anna si trascina tra una famiglia singolare, amiche eccentriche e una storia d’amore che non è mai davvero decollata. Ma la sua vita subisce un grosso scossone quando una mattina, legge sul giornale locale che una delle più vecchie e care amicizie dai tempi dell’università ha avuto un incidente. Combattuta sul da farsi, decide di andare a trovare la sua amica, e viene a conoscenza di un realtà che mai avrebbe immaginato…
Anna torna in libreria letteralmente sconvolta: tanti anni fa Claudia le ha mentito, Claudia l’ha indotta a lasciare Luca, il suo primo grande amore, Claudia ha condizionato le sue scelte. Le domande sul passato si affollano nella mente di Anna, tutte senza risposta. O almeno così sembra. Perché Anna non sa ancora che il destino sta per giocarle un altro scherzo. Qualcuno, proprio quel giorno, entra alla Stella Polare…


Biografia:
È nata nel 1978 a Torino, dove ha studiato, laureandosi in Filosofia. Lavora nel settore enogastronomico da alcuni anni e ha da poco aperto, insieme a una delle sue sorelle, il Cantiere Edibile, un bistrot nel cuore di Torino. È lì che ama scrivere le sue storie.


Recensione:

Il destino può regalare due volte la magia del primo amore

Care lettrici la storia che mi accingo a recensire è un romance con una bella spruzzata di paturnie che rendono il tutto bastevolmente complicato. La storia ha il suo evolversi lento, quasi andante, serio senza troppe aspettative rosee… I personaggi di questa storia, Anna e Luca, si sono amati profondamente, ma di un amore con la A maiuscola, ma che per colpa del destino, o altro, le cose si sono complicate, ingarbugliate e infine scombinate tanto da risultare difficile trovare il filo della matassa.

<< …Devo chiarirmi le idee. Capire quanto tengo veramente a ciò che ho adesso. Capire cosa rappresenta la tua ricomparsa nella mia vita. Non si può correre>>. <<nessuno sta correndo. Anch’io, come ti ho detto, sono reduce da un divorzio, non è cosa da poco. Ti propongo di goderci la serata come un dono inaspettato, giunto dal nostro passato. Che ne dici? Senza pensare al futuro, per il momento>>. Anna acconsentì: era quello che voleva sentirsi dire. Non aveva nessuna intenzione di rinunciare al momento magico che stava vivendo, anche se sapeva che avrebbe avuto delle conseguenze.

L’autrice ha voluto, a mia discrezione, toccare tasti dolenti che troppo spesso affliggono le coppie odierne… siamo alla presenza di affetti sinceri traditi da invidia e cattiveria, lealtà e incertezze, ingenuità mescolata a codardia, insomma un cocktail di sentimenti che ci accompagneranno per tutta la durata del romanzo… 
Troviamo anche personaggi secondari che hanno un peso non indifferente durante la crescita della storia, personaggi che accompagneranno i nostri protagonisti come detentori di segreti e consigli a tempo pieno.
“La verità è che il più delle volte non sappiamo proprio nulla di chi ci sta di fronte, ma ci piace lo stesso inquadrare le persone velocemente, perché è una cosa che dà sicurezza, dico bene?”.

La storia semi struggente mi fa venire in mente Romeo e Giulietta togliendo il tragico finale e la guerriglia aperta tra le famiglie, ma il contesto dell’amore tormentato, del tira e molla e dell’incertezza del futuro sono tutti ingredienti che accomunano le due storie d’amore. Se poi ci si mette anche il destino avverso signori e signore siamo alla presenza del sequel di Romeo e Giulietta e i loro discendenti. Che dire, l’autrice ci vuol tenere sulla corda ancora un po’ lasciando sospesi i nostri protagonisti a mezz’aria… quasi congelati istantaneamente , come se il freddo e la neve di Torino avesse fermato il tempo per i due baldi giovani. Cosa si inventerà ancora la nostra autrice è un bel dilemma shakespeariano, non so se abbia in progetto colpi di scena oppure un bel finale da occhi a forma di cuore, ma una cosa è certa, questa è la storia ideale per chi ama gli amori ostacolati e incerti e un puntino struggenti. E con una grosso buona lettura mangiatrici/ori di romanzi d’ogni sorta vi lascio a questa nuova storia.

Vado a evocare i spiriti del passato, per vedere se hanno qualcosa da dirmi. Vorrei fare un ballo in una stanza vuota. Lo sò, detta così sembra una cosa incomprensibile. Ma ti assicuro che non lo è, ci vediamo tra pochissimo…


Buona lettura, 
Morgana
Le cercatrici di Libri.

Compra con un click

Nessun commento:

Posta un commento