martedì 9 maggio 2017

Recensione: E’ un giorno bellissimo di Amabile Giusti

Carissime, oggi vi racconto del nuovo incredibile romanzo di Amabile Giusti, E' un giorno bellissimo, edito da Amazon Publishing in uscita oggi 9 maggio.


Titolo: E’ un giorno bellissimo
Autore: Amabile Giusti
Editore: Amazon Publishing
Genere: New adult
Costo: 4.99€ ebook, gratis con KU, 9.9€ di carta
Pagine: 378
Trama:
Grace Gilmore, bionda diciottenne di buona famiglia, vive in un mosaico di cristallo in cui ogni tessera ha il suo posto preciso: i suoi genitori sono belli, ricchi e affettuosi, le porte dell’università di Yale si apriranno subito dopo l’estate, e un principe azzurro di nome Cedric è il fidanzato pronto a sposarla. Eppure bastano una sola notte e tre colpi bassi del destino a farle mettere in discussione tutto quel mondo.
Con i cocci delle sue illusioni in uno zainetto e i frantumi della sua vecchia vita nel cuore, Grace si ribella al suo futuro perfetto, scelto da chiunque tranne che da lei. Si lancia così in un inatteso e spontaneo road trip in giro per gli States, decisa per una volta a seguire il suo istinto e i suoi sogni.
A New York conosce il bellissimo Channing: metà latino e metà asiatico, capelli di seta e fisico mozzafiato, irriverente ma gentile. È lui il fulmine dagli occhi blu che squarcia il cielo grigio nel cuore di Grace. Dalla Pennsylvania all’Ohio, dal Kentucky all’Illinois, fino al tour sulla mitica Route 66, il destino sembra deciso a far intrecciare le strade dei due giovani. E mentre Grace imparerà a conoscere sentimenti nuovi ed emozioni autentiche – così lontane dalla sua vecchia vita –, Channing dovrà fare i conti con un tragico segreto che potrebbe spezzare il sogno di un giorno bellissimo.

Recensione:
Ragazze non so neanche stavolta se riuscirò a scrivere una recensione comprensibile a un romanzo che mi ha letteralmente inchiodata alle sue pagine. Ho tante cose da dirvi, così tante, che non riesco a seguire un ordine logico e ordinato. Sarebbe quasi più facile raccontarvele di persona piuttosto che buttarle giù per iscritto… poi quando un romanzo è così spettacolare, sinceramente, non mi basteranno tutte le parole del mondo per riuscire a descrivere le emozioni che mi ha donato e le sensazioni che ho provato. 
In un determinato momento, il cuore mi si è letteralmente strizzato in più punti lasciandomi senza fiato nel vero senso della parole. Brividi, infiniti brividi e indescrivibili. Occhi umidi in tanti, tantissimi passaggi perché solo un’autrice del calibro della Giusti sa dosare le parole con una magia tale da riuscire a far palpitare il cuore e dare un’anima umana a ogni personaggio, seppur bizzarro e particolare, del suo romanzo. 



Li si fermò, e si immerse con le dita nella sua carne tenera e nuova, più lento di uno sguardo che si posa su un'opera d'arte. Grace rabbrividì, una, dieci, cento volte, e poi mille. Il cuore ormai volava nella stanza.

È un giorno bellissimo è la sua nuova magia, una poesia di 378 pagine che mi ha tenuta avvinta fino alle quattro di notte, raffreddata, acciaccata e dolorante. È uno di quei libri che vuoi divorare d'un fiato per scoprire subito cosa succederà, ma al tempo stesso vuoi rallentare a dismisura la lettura per restare ancora tra le braccia di Grace e Channing. Una volta chiuso c’è la nostalgia di questi due personaggi e di tutti gli altri di contorno che mi danzavano ancora davanti agli occhi con grande affetto. 378 pagine e ne avrei volute altre milioni, altri miliardi di parole e di immagini che l’autrice con la sua penna magica riesce a evocare senza nessuna fatica dinnanzi agli occhi del lettore.
Una nuova storia e di nuovo una storia incredibilmente diversa, speciale e unica. Scordiamoci tutto quello che era stato in Marcus e Penny, in Francisca e Byron, questa è tutta un’altra avventura, dove l’autrice ha intessuto personaggi completamente diversi. Grace la bella statuina, perfetta nel suo mondo cristallizzato. Channing ironico, strafottente, bellissimo, sfida la vita ogni giorno senza paura e senza mettere radici. Una pianifica la vita minuto per minuto, mentre l’altro la vita la respira istante per istante, facendosi guidare dall’istinto. Due mondi completamente diversi che un giorno finisco per incontrarsi. Un giorno a quanto pare bellissimo per entrambi perché segnerà l’inizio di un viaggio per l’America, che non è semplicemente un viaggio in luoghi da scoprire con occhi nuovi, ma è una metafora di una rinascita, dell’acquisizione di una libertà che a Grace è sempre stata negata. Il viaggio è vivere finalmente, vivere gli imprevisti, vivere la gente strana e bizzarra che incontrerà sulla sua strada. È fare tesoro di ogni istante, scoprire che, anche se l’America è tanto immensa, se il destino ci ha messo lo zampino le strade di Grace e Channing si sarebbero rincrociate più e più volte. È il viaggio di Grace, il viaggio della consapevolezza, del capire chi è e cosa vuole veramente dalla vita. È il viaggio in cui il passato sconosciuto si intreccia con il suo presente dando vita a un futuro pieno e intenso. Perché proprio quando il destino ti rema contro e dolore e sofferenza ti cadono addosso, dopo una vita edulcorata e perfetta, allora forse puoi cominciare a guardarti intorno, puoi smuoverti dal tuo solito tran tran e all’improvviso tanto dolore può scatenare quella serie di azioni impensabili e impossibili che, come Grace, ti porteranno a vivere finalmente il tuo giorno bellissimo; quello veramente fantastico perché la protagonista scoprirà molto presto di non aver mai veramente vissuto un giorno così bello nei suoi primi diciotto anni, incastrata nella sua vita fintamente perfetta.
La baciò ancora, e ancora. Il cielo precipitò nella stanza, le stelle le entrarono in bocca, dalle poche nuvole piovvero cuori, il bonsai divenne un pesco fiorito, e un misterioso ridicolo putto nascosto suonò l'arpa accanto a un suo orecchio...
"Tu potresti salvarmi la vita, Bambi, o uccidermi definitivamente."

Ma il viaggio è anche di Channing. Il ragazzo sembra saper tutto della vita, del destino, degli attimi da cogliere, ma in realtà in questo viaggio scoprirà la parte più importante della nostra esistenza, quella che dà calore all’anima, riempie la testa di pensieri, ci fa respirare, quella che ha sempre rifuggito spaventato e alla quale non ha mai ceduto. L’amore non ha mai minimamente scalfito la sua corazza con la quale si difendeva dal mondo, o semplicemente difendeva il mondo da se stesso. L’amore arriva, non fa domande e gli fa battere il cuore troppo, troppo velocemente. È il viaggio delle speranze che lentamente si aprono come spiragli nel suo continuo e cocciuto rifiuto. È un viaggio magico perché dove passa Grace si propaga una magia tenue e invisibile, dove tutto accade, dove tutto è possibile.
Li ho amati in una maniera indescrivibile per il modo in cui l’autrice li ha dipinti e li ha fatti respirare su queste pagine, sì respirare perché, come sempre, i personaggi di Amabile hanno la capacità di balzare fuori dalle pagine in carne e ossa. Non si può non amare Channing, non so dirvi nemmeno se lo amo di più per la sua strafottenza o per quanto è bello 😃
Come vi dicevo questa è un’avventura tutta diversa dal solito, ma al tempo stesso perfettamente uguale per quanto riguarda lo stile e la capacità di intrecciare sapientemente i nodi di questa storia. Di nuovo l’autrice ci propone un romanzo in terza persona dal punto di vista di Grace che inizia a scoprire il mondo per la prima volta con gli occhi incantati di un bambino appena nato. Di tanto in tanto si affaccia la voce di Channing. Una prima persona presente, intensa, forte, vigorosa, a tratti dolorosa, che ci permette di scandagliare le profondità della sua persona e del suo sentimento.
Il bello di questo libro non sono soltanto i protagonisti ma tutto l’universo di personaggi che ruotano attorno a loro due. Li ho amati tutti, tranne Cedric che volevo ammazzare nel peggiore dei modi, ma gli altri mi sono entrati nel cuore in punta di piedi, ognuno per il suo modo unico e speciale di incunearsi nella vita di Channing e Grace. Cara Amabile, inutile che ti dica, vorrei leggere ancora di loro in altri romanzi e spero che l’epilogo davvero delizioso e diverso dai soliti possa essere il preludio per una nuova emozionante storia.
Complimenti, questo è un romanzo davvero indimenticabile, unico e ricco di emozioni, da leggere assolutamente e conservare gelosamente nella propria libreria.
Vi lascio con una delle infinite frasi che mi hanno colpito dritte al cuore:


Se la gente sapesse che un intervento, anche piccolo, nella vita di qualcun altro ha spezzato una corda tesa, evitando un effetto catastrofico, non direbbe che la vita è inutile. Può essere breve, ma inutile mai. Non siamo al mondo soltanto per noi stessi, capisci? Ma anche per diventare fili d'oro nella vita rotta degli altri. Siamo nati per aiutarci. Forse non diventerai centenario, ma nel tempo che ti è concesso puoi fare comunque una fottuta rivoluzione.

Fabiana
Le cercatrici di libri

Indimenticabile



Clicca per l'acquisto


*le immagini dei teaser sono di proprietà del blog 

Nessun commento:

Posta un commento